Argomenti proposti

Ecco le attività che Graziella Marchetti e Carlo Cannistraro propongono a chi fosse interessato a creare un seminario nella sua zona di residenza e non per condividere esperienze e informazioni utili per un vivere più consapevole. Attività di Graziella e Carlo    (Per scaricare questo file clicca qui)

5 Leggi Biologiche del dott. Hamer

“La Nuova Medicina Germanica (come si chiama adesso), che ho scoperto nel 1981, è una scienza severa che contiene solo 5 leggi biologiche della natura (e nessuna ipotesi), con le quali si può riprodurre in modo severamente scientifico ogni caso clinico. Questo è stato inoltre dimostrato e ufficialmente verificato nell’università di Trnava (Slovacchia) in data 8 e 9 settembre 1998. La Nuova Medicina Germanica Biologica descrive esattamente il contesto medico biologico dell’organismo vivente come unità di psiche, cervello e organo. Tutti i processi da psiche e organo sono connessi al cervello dove vengono coordinati. Il cervello è per così dire il computer del nostro organismo, la psiche diventa il programmatore, corpo e psiche diventano l’organo esecutore del computer sia nella programmazione disturbata. Infatti non è per niente solo così che la psiche programma cervello e organo, ma l’organo è anche in grado in caso di lesioni di indurre quasi automaticamente una programmazione del cervello e della psiche. In questo si differenzia la Nuova Medicina Germanica da tutte le altre discipline mediche soprattutto della medicina ufficiale. La Nuova Medicina Germanica è una scienza naturale empirica basata su 5 leggi biologiche della natura, le quali sono sempre esistite ed esisteranno sempre e sono solamente state riscoperte da me. Sono valide per l’uomo, animale e pianta, perfino per gli organismi unicellulari, per l’intero cosmo. Questo naturalmente è valido anche per le cosiddette malattie, perché queste fanno parte di un programma Speciale Biologico Sensato della natura (SBS) che normalmente è bifasico. Ignorare le 5 leggi biologiche della natura ci ha impedito di suddividere la medicina in modo sensato, vedere anche solo una singola malattia in modo sensato e valutarla....” (Geerd dott.Hamer). Il cancro non ha bisogno di essere vinto, esso deve solo essere capito.

 

La malattia, un dono al servizio della coscienza

Se potessimo scoprire che in ogni evento, situazione vissuta e di conseguenza anche in ogni malattia, si cela un dono che deve essere rivelato grazie alla nostra coscienza....... non sarebbe incredibilmente meraviglioso e portatore di pace? E così sia, ma anche cosi è. In questo ciclo di informazioni le persone sono invitate a riflettere su questo tema e comprendere che socialmente siamo stati educati e condizionati a percepire la realtà con una visione duale, dove esiste il bene in contrapposizione con il male così come esiste la cosa giusta e di conseguenza la cosa sbagliata e così via. Ma questa visione rimane una illusione al servizio della sopravvivenza. La vita o meglio la Vita con la V maiuscola ci riserva qualcosa di diverso rispetto alla sola sopravvivenza: la Vita è comprendere che tutto ciò che ci accade ha un senso al servizio della nostra coscienza in funzione evolutiva.

 

Costellazioni familiari sistemiche

Le Costellazioni Familiari sono un metodo di presa di coscienza e risoluzione delle più diverse problematiche della nostra vita: dallo stato di malessere psichico, a sintomi fisici di varia natura. Le Costellazioni Familiari ci forniscono la straordinaria e preziosa possibilità di esplorare e prendere coscienza del nostro inconscio personale e dei legami attivi con l'inconscio collettivo familiare che interferiscono nella nostra vita, e attraverso la consapevolezza e l'incontro con le nostre radici, ci offrono la possibilità di una concreta guarigione personale e sistemica.

La Costellazione Familiare si svolge con molta facilità. Il costellatore sceglie un rappresentante per la famiglia del cliente e lo mette davanti ad un gruppo in relazione reciproca. A volte, è il cliente stesso a scegliere il rappresentante. Ad un tratto, i rappresentanti percepiscono come le persone che essi rappresentano, senza conoscerle e senza che su queste persone sia stato detto qualcosa. A volte, parlano con la loro voce e hanno gli stessi sintomi. Per esempio, iniziano a tremare o non sentono e non vedono più bene. Questo fenomeno non è spiegabile ricorrendo a concetti tradizionali. Il risultato delle molte ricerche, condotte fino a questo momento, dimostra che i rappresentanti entrano in un altro campo, un campo spirituale che Rupert Sheldrake ha chiamato campo morfogenetico. In questo campo sono immagazzinati, in una memoria collettiva, i sentimenti che un gruppo, collegato a quello attuale, aveva allora. Aggiungerei, inoltre, che questo gruppo ha una coscienza collettiva che impone loro ciò che dovrebbero fare o lasciare per potersi assicurare e guadagnare l’appartenenza a questo campo spirituale e alla loro famiglia. Tutto ciò si riesce ad osservarlo, senza che possa essere completamente spiegato.

 

Enneagramma

L'Enneagramma dei tipi psicologici è una "mappa" che descrive nove tipi di personalità - al di là di tutte le possibili differenze individuali - e i rapporti tra loro, e che consente di individuare le tendenze principali di carattere, visioni del mondo e attitudini, nonché le più probabili ipotesi evolutive, permettendo di accrescere le proprie possibilità di auto-comprensione e di trasformazione interiore, con i propri punti di forza e le proprie aree di miglioramento. Ogni personalità rappresenta la cristallizzazione e l'irrigidimento delle difese infantili nel processo di adattamento precoce con l'ambiente e si struttura attorno a un nucleo emozionale ("passione" dominante), un nucleo cognitivo ("fissazione" dominante) e un nucleo che riguarda la sfera degli istinti che regolano l'attività umana (istinto di conservazione, sociale e sessuale). Più che una mera classificazione, l'enneagramma è un modello dinamico in cui ogni enneatipo racchiude le potenzialità di tutti gli altri, anche se per ogni persona è riscontrabile un’identificazione più forte con un certo tipo. È importante sottolineare che non esiste un enneatipo migliore di un altro, o più fortunato in termini di risorse personali: nella dinamica dell’enneagramma sono tutti ricchi di potenzialità e, a seconda della propria evoluzione o involuzione, tendono verso un certo tipo di positività o di negatività caratteristiche.

 

Vivere la Cabala nel quotidiano (esercitazioni pratiche)

Per i sostenitori della Cabala profetica, l'estasi permette allo studente di soddisfare anche il proprio ego e al di là di quella esperienza, diventano il suo Messia. L'uomo è in presenza di se stesso, la sua meditazione gli dà lo specchio della sua anima interiore. Abulafia Kabbalah è, in questo senso, la Kabbalah pratica e quindi una forma di magia. Infatti, la pratica Kabbalah utilizza la potenza delle lettere (e dei nomi) per essere all'esterno. Abulafia, ha progettato il suo metodo come una magia interiore, che dovrebbe puntare alla ricerca di effetti interiori. Si respinge quindi ogni forma di magia operativa con gli obiettivi esterni per l'uomo e che mira solo ad ottenere poteri materiali. In questo modo, in questa Via di interiorità, Abulafia ha scelto, accanto alla magia mistica, l'estasi, la meditazione e la profetica, dove le une si mescolano con le altre per formare un percorso originale, che si pone fuori dalle semplici meditazioni delle lettere.

 

Biokinesiologia

BKC è un’abbreviazione di Biokinesiologia delle Credenze, ovvero come applicare la kinesiologia nel mondo delle credenze. Perno fondamentale di questo approccio rimane proprio l’utilizzo del test kinesiologico muscolare (che chiameremo per comodità TM). L’efficacia di questo ‘percorso’ con

la BKC è condizionata non soltanto dall’avere ricevuto le corrette informazioni, ma anche dal poter fare esperienza diretta del TM. Bisogna necessariamente imparare ad acquisire una certa sensibilità a questo test, poiché tutte le valutazioni che si effettueranno hanno a che fare sempre e solo con la congruenza che paziente e terapeuta riescono a realizzare attraverso il test stesso. Per realizzare la nostra nuova casa, vorremmo sicuramente affidarci a tecnici qualificati. Questo è il ruolo dell’istruttore di BKC: essere garante di un apprendimento di qualità, che possa permettere all’utente di imparare a destreggiarsi con semplicità e sicurezza nel mondo delle credenze subconscie, con lo scopo ultimo di poterle valutare e, all’occorrenza, modificare. Ho incontrato nella mia vita molte persone che hanno appreso molte conoscenze, ma non sono capaci di vivere la difficile quotidianità nella nostra società: non riescono, ad esempio, a trovare un accordo di integrazione tra quello che vivono e quello che vorrebbero vivere. Poi ho incontrato persone senza grande cultura che sapevano destreggiarsi ‘alla grande’ tra gli intricati rapporti che ci viene chiesto di sperimentare a livello sociale. Nella mia professione ho avuto la fortuna di incontrare persone con una sensibilità manuale meravigliosa, che sanno ‘aggiustarti’ un ginocchio nel tempo, o poco più, che ci vorrebbe per fare una telefonata e prendere appuntamento con l’ortopedico, che ma- gari sarà disponibile per noi solo dopo qualche mese. Come sempre, non è solamente il livello raggiunto negli studi che fa la differenza e, d’altra parte, non è sufficiente nemmeno la sola esperienza a garantire un’operatività soddisfacente dal punto di vista della qualità. È come se, un giorno, un amico vi dicesse che, poiché ha imparato a memoria ‘il libro di Suor Germana’ (noto manuale di cucina), è diventato un grande cuoco! Ma voi sapete che conoscere il libro a memoria non fa del vostro amico un cuoco, ma solo un profondo conoscitore del libro, perché la buona cucina, o l’essere un bravo cuoco, è un’arte che non si può imparare solo sui libri. Le conoscenze teoriche possono essere una buona partenza, da combinare con passione, amore ed esperienza, lasciando che il nostro talento si possa esprimere senza subire le limita- zioni delle nostre credenze. Per questa ragione, anche la BKC è solo uno strumento in mano al ‘genio’ di chi lo utilizza, cioè il nostro paziente. Ci sono delle istruzioni da imparare, semplici ed efficaci. Se dovessi però definire una peculiarità di questo approccio, userei la parola ‘precisione’. Sì, la BKC è come un bisturi affilato e preciso in mano al ‘bravo’ chirurgo, che in ogni momento sa dov’ è e cosa sta facendo. Nessun rischio di trovarsi in situazioni sconvenienti o difficilmente gestibili. Uscendo dalla metafora, è come dire che con la BKC non si lavora direttamente con emozioni forti e magari drammatiche della nostra vita, ma piuttosto con le percezioni che le hanno causate. Nella sola percezione, ovviamente, c’è meno dolore e sofferenza che nell’emozione.

 

Conoscere le Energie Sottili

Ci hanno abituati da sempre a pensare che esiste solo quello che vediamo con i nostri occhi. Fin da bambini, quando ci toglievano dalla vista un gioco, quel gioco di fatto non esisteva più. Il problema è che ancora oggi pensiamo che in parte sia così, se non altro in relazione a cose che non conosciamo. So che esiste una certa realtà, anche se non l'ho mai contatta, ma solo studiata. Questo in fondo si chiama atto di fede. Eppure davanti a qualcosa dichiaratamente non visibile con gli occhi facciamo più fatica a prenderlo come parte itegrante nella nostra realtà. Ogni corpo od oggetto fisico che esiste ha la sua corrispondente parte 'sottile' o energetica che lo rappresenta. 'Sottile' unicamente perchè non è 'pesante' ovvero misurabile. Tutte le energie 'pesanti' sono quelle che conosciamo: elettricità, forza gravitazionale, magnetismo, etc. Tutte forze che possiamo misurare in qualche modo con la scientificità matematica. Le Energie Sottili non sono quantificabili con quest'ultima modalità ma non necessariamente per questo non possono esistere. Il mondo 'sottile' di fatti si può contattare facilmente con molte modalità anche differenti tra loro. Spesso i processi intuitivi di individuazione di qualcosa di impalpabile parlano di queste opportunità che abbiamo, ma che non abbiamo addestrato a sufficienza perchè diventino patrimonio di uso quotidiano.

 

Bioanalogia: come interpretare la Chiave di Nascita

Fate la lettura della Vostra Chiave grazie alle 36 chiavi di nascita tratte dalla vostra “Impronta di nascita” per trasformate il quotidiano da pesante a leggero. Avete tensioni, problemi di salute, conflitti umani, difficoltà affettive, vi trovate sempre nella stessa situazione senza comprenderne il perché? Allora venite ad imparare la vostra Chiave personale e unica per voi e vivere pienamente questo ‘perché siete nati’. Non dimenticherete più il vostro modo di vivere la vostra Chiave e scoprirete anche il modo di vivere del vostro congiunto, dei vostri bambini, genitori, amici, colleghi di lavoro. Comprenderete la struttura della Chiave stessa e le vostre relazioni diventeranno più semplici, più ricche e più fluide. Uno strumento eccezionalmente potente, aperto a tutti, terapeuti e non. La nostra Chiave parla in effetti del nostro modo di vivere la vita. Fate la scoperta della Bioanalogia® che rivela l’evidenza del vostro funzionamento e di quello del vostri cari. L'uomo cerca di dare un senso alla sua vita e per realizzarsi pienamente ha spesso l’impressione che gli manchi il modo di utilizzare la propria esistenza. Ecco, a questo seminario avremmo esattamente la possibilità di sperimentare questa opportunità.

 

T.R.E. (Il metodo dei tremori)

Il tremore neurogeno è una forma di tremore muscolare tipicamente osservato in natura nell’animale confrontato con un evento particolarmente stimolante (es. la fuga da un predatore). La scarica neuro-muscolare che si verifica immediatamente dopo l’episodio stressante o, al massimo, nell’arco di pochi giorni, ha la funzione di ristabilire l'equilibrio neurofisiologico interno - l'uomo moderno, invece, ha la tendenza ad accumulare e a cronicizzare lo stress e le tensioni corporee.. Il TRE è un metodo sviluppato negli Stati Uniti da David Berceli e ideato specificamente per rilasciare tensioni muscolari profonde in modo semplice e indolore. Questa tecnica insegna a evocare i tremori neurogeni nel proprio corpo allo scopo di “resettare” la tensione neuro-muscolare. La completa scarica di questa carica biologica in eccesso è fondamentale affinché l'or ganismo biologico possa ritornare a uno stato di omeostasi e quindi di benessere. Di norma, si è in grado di riattivare in sé questo meccanismo già nella prima seduta. Questo metodo è adatto a tutti - è particolarmente indicato per coloro che soffrono di ansia e stress, problemi del sonno, dolori articolari cronici, o che pratichino intensivamente gli sport, o che abbiano subito traumi di qualsiasi genere (guerre, disastri naturali, violenze, ecc.. Il metodo TRE risveglia in maniera naturale l’innata capacità del corpo di rilasciare lo stress attraverso episodi controllati di tremore neurogeno (o neurogenico), una capacità insita in tutti gli animali e per cui siamo geneticamente predisposti. Attraverso l'effetto rilassante sul corpo, il tremore ci aiuta a percepire di piu' noi stessi, rilassando al contempo la mente.

 

Yoga della risata

Finora non c’era stato nessun sistema affidabile ed efficace per provocare la risata. L’umorismo era l’unico strumento disponibile, ma non è costante e raramente conduce a una risata prolungata e profonda. Lo Yoga della Risata è un sistema rivoluzionario che consente di ridere in modo continuativo per un tempo che va da 15 a 20 minuti. Combina la risata incondizionata con la respirazione yoga (Pranayama) e tutti possono ridere senza una ragione, senza doversi basare sulla comicità, sulle barzellette o le battute di spirito. In una sessione, la risata viene simulata, in gruppo, come se si trattasse di un esercizio fisico. Attraverso il contatto visivo e la giocosità tipica dei bambini, la risata spesso si trasforma, diventando autentica e contagiosa. L’idea si basa su un fatto

scientifico: il corpo non distingue tra una vera risata e una risata indotta, se quest’ultima viene praticata intenzionalmente. su base motoria.

 

Metodo Bates

“Ci sono oggi nelle scuole degli Stati Uniti almeno dieci milioni di bambini con vista difettosa. Questa condizione impedisce loro di trarre tutti i vantaggi che dovrebbero ricavare dall’istruzione che viene impartita a cura dello Stato, nuoce alla loro salute e fa sì che il danaro dei contribuenti sia in parte sprecato. Continuando in tal modo, sarà una spesa e un ostacolo per quei ragazzi per tutta la vita. In molti casi sarà fonte di continua pena e sofferenza. Eppure praticamente tutti questi casi potrebbero essere alleviati e si potrebbe prevenire lo svilupparsi di casi nuovi senza ricorrere a cure più complicate tranne quella della quotidiana lettura di una tabella di prova. Perché i nostri figli dovrebbero essere costretti a soffrire ed a portare gli occhiali per mancanza di questa semplice misura atta a dar loro sollievo? Non costa quasi nulla. In molti casi, infatti, non occorre neppure procurarsi la tabella di prova perché queste vengono già usate per esaminare la vista dei bambini. Non è un altro compito per gli insegnanti perché col migliorare la vista, la salute e le disposizioni mentali dei loro scolari, le loro fatiche vengono alleviate. Inoltre, nessuno può osare di dire che la cosa sia minimamente nociva. Perché allora si dovrebbe esitare a introdurle nelle scuole? Se ci fosse ancora bisogno di ricerche addizionali e di discussione, possiamo ricercare e discutere prima e dopo aver dato tabelle ai bambini, e adottando questo metodo non dovremo correre il rischio di condannare senza appello un’altra generazione alla maledizione che fino adesso ha sempre seguito i passi in avanti della civiltà e, per inciso, alla cattiva visione. Mi appello a tutti coloro che leggono queste righe perché usino qualsivoglia influenza in loro possesso per ottenere questo fine“ (tratto da “Perfect sight without glasses” (1920) di W.H.Bates, dottore in medicina. Cap. XXVII. Prevenzione e cura nelle scuole: un metodo che ha avuto successo)

 

Se i denti parlano ed i piedi rispondono

Quale potrebbe essere il collegamento tra denti e piedi? Eppure sono così distanti tra loro! Ma allora è proprio vero che una distorsione alla caviglia può avere a che fare con una malocclusione? Almeno così mi ha detto il mio dentista "illuminato"! E se tutto questo fosse vero, sarebbe proprio una meraviglia perchè questo confermerebbe che siamo tutti uno con l'Uno. Che meraviglia! Allora come mangio, come mastico può influenzare il mio modo di camminare? Ma se fosse così vorrebbe dire che anche il mio modo di camminare può influenzare il mio modo di masticare e inevitabilmente di digerire le cose che introduco nella mia bocca come nutrimento! Ecco, sarà proprio a questi quesiti che cercheremo di rispondere, facendoci sempre meravigliare dalla Vita.

 

Yogalign

In questo seminario si imparano tecniche rivoluzionarie per tenersi allineati e liberi dal dolore per vivere una vita di gioia e spensieratezza. Si impara ad

  • avere una postura allineata fisiologicamente senza dolore fisico

  • utiilizzare tecniche di respirazione che tonifica il core-link e aumentando forza e agilità

  • utilizzo di semplici esercizi che alleviano il dolore alla schiena e tonificare il tuo corpo intero

  • utilizzo dell'auto-massaggio per stimolare il flusso di sangue, nutrire i tessuti e aumentare la consapevolezza del proprio corpo

  • lliberare le tue fascie – un determinante importante per la postura, il movimento e le emozioni

  • rilassare e tonificare i muscoli del viso per un naturale 'lift' senza farmaci o interventi chirurgici

  • rafforzare i tuoi glutei per muoversi e sentirsi meglio

  • alleviare il dolore cronico, depressione, mal di testa, problemi di digestione, di

    articolazione temporo-mandibolare e di fascite plantare

  • pratica sicura per quanto riguarda le posizioni eseguite ed esercizi di fitness con biomeccanica del corpo fisiologica

  • allineare la colonna vertebrale e mantenere le articolazioni stabili liberi da lesioni dovute a posizioni estreme dello yoga, dello sport

  • sviluppare una miglior consapevolezza del corpo con movimenti e informazioni focalizzati sulla conoscenza dell'anatomia

    CONFERENZE Enneagramma
    Costellazioni familiari Comunicazione analogica Conoscere le 5 Leggi Biologiche Donare gli organi. Perché.

    Se i denti parlano ed i piedi rispondono
    Come vive le vaccinazioni un genitore consapevole La malattia come via di guarigione
    Altro ancora.....

Stampa Email

Cosa dire di noi

Chi sono gli amici del Piccolo Principe è presto detto: “Oggi più che mai la nostra cultura ci porta continuamente a delegare le nostre scelte per quanto riguarda la nostra salute.......per questo evento c'è il medico. E così anche per la parte spirituale......c'è il prete, e la parte economica......c'è il commercialista e così via. Facciamo sempre più fatica a scegliere per la nostra vita o peggio ancora crediamo di scegliere quando invece non abbiamo sufficienti informazioni per poterlo fare.


AMICIDELPICCOLOPRINCIPE.COM

via Firenze, 33080 Porcia PN - Italia

+39 0422-85.02.03

+39 348-51.61.396

info@amicidelpiccoloprincipe.org


Prego, sentitevi liberi di contattarci!

Come trovarci?