Polipi nasali

Caro Helmut!
Desidero mandarti una testimonianza di polipi nasali.

Mio marito ha sofferto per circa 23 anni di congestione nasale, soprattutto in inverno. Per anni poteva dormire solo seduto o semisdraiato o solo con l'aiuto di spray nasali.
Circa 10 anni fa si è fatto togliere chirurgicamente i polipi dal naso. Durante l'operazione ha sentito chiaramente tutta la raschiatura, è stato veramente terribile per lui senza parlare poi dei dolori post operazione.

Quattro anni fa i polipi si sono riformati così grossi che faceva di nuovo fatica a respirare tanto che pensava di farsi operare di nuovo.
Però, siccome conosciamo bene la Medicina Germanica, abbiamo sempre rinviato l'operazione. Sapevamo che non è la vera soluzione, vista anche la precedente esperienza negativa. Gli chiedevo sempre di un conflitto di “mi-puzza” (questa faccenda mi puzza), ma non gli veniva in mente niente. Abbiamo cercato a lungo senza successo. Molti episodi sono stati vagliati ma non è riuscito a ricordare nessun conflitto concreto e così non abbiamo potuto scoprire neanche i binari.

Abbiamo pensato che potesse aver avuto un conflitto di “mi-puzza” in relazione al suo lavoro, perché lì di conflitti ne ha avuti abbastanza. Era triste per lui il dover convivere con i polipi nasali fino al pensionamento. Ma io ho osservato i suoi sintomi e notato che essi si gonfiavano solo in inverno. Allora sorse la domanda: che cosa c'è in inverno, adesso come allora, che non c'è adesso in estate, specialmente di notte? Come prima cosa pensammo al riscaldamento e pensammo che fosse questa la causa. Ma quando andavamo a sciare il naso rimaneva libero, nonostante anche lì ci fosse il riscaldamento. Quindi non era questo il conflitto.

A dire il vero siamo cresciuti insieme in un paese ed eravamo compagni di classe alle scuole elementari, ma ci siamo sposati solo a 40 anni. Prima mio marito era sposato con un altra donna, così non potevo aiutarlo nella ricerca del conflitto relativamente a quel periodo precedente, che non conoscevo.
Due anni fa passammo una settimana bianca all'estero e subito lui riprese a respirare bene. Questo fatto mi fece riflettere e ripresi le indagini con impegno. In particolare cercavo qualcosa che avesse conservato del precedente matrimonio e che eventualmente potesse essere un secondo binario collaterale. E a quel punto mi venne in mente la soluzione: aveva conservato dal suo primo matrimonio la sua coperta preferita, di lana di pecora. Non la voleva buttare perché le era affezionatissimo. Tra l'altro a me non è mai piaciuta, perché troppo pesante e troppo grande e non riuscivo quasi ad alzarla. Ma proprio perché era grande gli piaceva tanto perchè con essa i sui piedi rimanevano coperti per tutta la notte. A quel punto gli chiesi: “dimmi, è forse successo qualcosa a casa vostra circa 23 anni fa, in inverno, dove c'erano sia il riscalamento acceso e sia la coperta di lana?”

Mi guardò perplesso e sèppi subito di aver centrato il punto. Lo aveva completamente dimenticato!
Si riconosce subito quando una persona ha trovato il conflitto.
Allora mi raccontò che per Natale aveva comperato per tutta la famiglia 4 di queste coperte di lana e quando le mostrò a sua moglie il giorno di Natale ci fu un terribile litigio. Sua moglie era arrabbiata perché aveva speso tanti soldi per tali costose coperte. Infatti esse costavano allora un sacco di soldi, più di quanto uno potesse guadagnare in 6 mesi di lavoro. Ma lui aveva pensato di poterselo permettere perché aveva momentaneamente un buon giro d'affari. E poi queste coperte durano una vita.
E questo è stato per lui un grosso conflitto-di-puzza*, attivo su 2 binari contemporaneamente: questa coperta e il riscaldamento. Come è stato possibile che sua moglie si sia arrabbiata tanto proprio a Natale a causa del suo regalo? Allora gli dissi: da oggi non avrai più problemi con il tuo naso. Quando torneremo a casa ti cambio la coperta, la faccio sparire dalla casa. Mi guardò sollevato, come se si fosse tolto un macigno dallo stomaco. Da allora il suo naso non è più chiuso. Da un mese tuttavia ha ripreso ad usare la sua solita coperta perché non è mai riuscito ad abituarsi ad un altra. Tutte erano o troppo piccole o troppo leggere. E' diventato consapevole che la stessa storia non gli può più succedere, e dorme tranquillo tutta la notte senza svegliarsi perché la coperta è troppo corta.

Grazie per le belle testimonianze che hai raccolto e speriamo di aver potuto contribuire con questo al tuo lavoro. Cari saluti

Julianna e Gyuri dall'Ungheria

Nota di H. Pilhar

Sì, con questa testimonianza mi avete – e probabilmente anche a molte altre persone – dato una grande gioia!

Da un lato è la prima testimonianza di polipi nasali su questo sito, dall'altro lato ne sono io stesso colpito e mi riconosco in essa!

Nel caso dei polipi nasali si tratta precisamente di tessuto ghiandolare (foglietto embrionale giallo) e il conflitto esatto è un conflitto del boccone (fiutato).

  • narice destra – non ricevere il desiderato boccone (buon odore)

  • narice sinistra – non liberarsi da un indesiderato boccone (fecale)

    La lateralità qui non ha nessuna importanza.

    Io ce l'ho nella mia narice sinistra in fase di guarigione in sospeso (ozena nasale = rinite cronica atrofica) e il dottor Hamer suppone che una volta io sia stato castigato – cosa che è avvenuta ripetutamente da persone del mio ambiente.

    Cara Julianna, specifica ancora per favore se Gyuri aveva la narice sinistra, la destra o entrambe chiuse e se il naso emanava odore (guarigione tubercolosa).

    Ps. Le mie congratulazioni per il tuo talento da detective! Anche da questo punto di vista la tua testimonianza è una bomba!

    * evidentemente il conflitto esatto non è un conflitto del “mi-puzza” (foglietto embrionale rosso) ma del fiutare-rifiutare un boccone (foglietto embrionale giallo), come si evince dal commento finale di H. Pilhar. (ndt)

Stampa Email

Melanoma 1

Un giorno notài sul mio fianco destro un piccolo punto nero e pensài per prima cosa che fosse una zecca. Ma non lo era, infatti il punto divenne sempre più grande, divenne color marrone e in breve se ne formarono parecchi altri che a loro volta si ingrandirono formando nel centro un cerchio giallo. Dopo lunghe riflessioni e conversazioni con persone che conoscono la Medicina Germanica® arrivai alla conclusione che doveva trattarsi di un conflitto di insudiciamento.
Sono mancina ed ho avuto un grande litigio con mio figlio durante il quale mi disse che ero una pessima madre. Questo mi ha ferito molto. Sebbene lui avesse già 34 anni mi sono sentita offesa (insudiciata) nella parte dove lo tenevo da bambino. Aveva imparato tardi a camminare e lo ho tenuto in braccio, sul fianco destro, per tanto tempo. Non avevamo l’auto e si andava in città con l’autobus, senza carrozzino e, con lui in braccio tenevo gli altri 2 bambini per mano.
Avevo dunque queste macchie e non sapevo cosa fare. Il conflitto era già risolto o era ancora attivo? Improvvisamente i punti iniziarono a moltiplicarsi non solo nella zona del fianco ma si estesero verso il seno e verso la pancia. Però prima di ingrandirsi il tutto si fermò e lentamente iniziò a ridursi. Ci vollero alcuni mesi perché le macchie gialle sparissero e oggi, dopo 3 anni, si vedono ancora delle velature marroni della pelle.
La soluzione del conflitto avvenne senza che me ne rendessi conto. Avevo ritirato i miei risparmi e ne avevo dato in prestito una parte a mio figlio (insistendo molto perchè accettasse). Non me lo aveva richiesto ma ciò lo ha aiutato molto nella sua attività e da allora ci intendiamo di nuovo bene.
Spesso quando guardo le velature marroni della mia pelle penso a cosa sarebbe successo se le macchie si fossero ulteriormente estese e se poi nessun medico ne avesse capito la causa.
Grazie al dottor Hamer e a Te, Helmut.

Annotazione di H. Pilhar:
Un caso molto impressionate! Di norma un cittadino medio sarebbe andato già 3 volte dal dermatologo, sarebbe stato in terapia 2 volte e sarebbe morto 1 volta. La scrivente conosceva però già la Medicina Germanica® da diversi anni e sebbene non sapesse che cosa avesse causato l’alterazione della pelle rimase calma e si informò.
Il programma SBS (Speciale Biologico Sensato) si svolge sempre sincrono nei 3 livelli Psiche-Cervello-Organo e nella fase di conflitto attivo si ha sempre il pensiero fisso. Il nostro cervello cerca continuamente una soluzione al problema (consciamente e inconsciamente). Di notte sognamo i nostri conflitti.
Lei scrive: “La soluzione del conflitto avvenne senza che me ne rendessi conto”. Non è meraviglioso? Se solo ci fidassimo di più del nostro istinto....
Provo un grandissimo rispetto perla calma della scrivente e ancora di più la sua risoluzione istintiva del conflitto.
Fase attiva: il melanoma diventa sempre, sempre più grande (attenzione!).
Guarigione: demolizione tubercolosa, dolori, sudorazioni notturne.
PS. Non ci sono alternative alle leggi naturali. La causa deve essere rimossa! Che cosa ne sanno però delle cause la medicina convenzionale o le medicine alternative?
(www.pilhar.com)

Stampa Email

Introduzione allo Yogalign®

Vuoi sapere ciò che naturalmente fa una postura allineata...? Apre le vie biologiche che aumentano la sensibilità alla felicità. Mantiene il tuo livello di energia elevato e può amplificare il benessere. Abbassa la paura, la depressione e l'ansietà. Ottimizza la respirazione e il movimento supportando anche un ottimale funzionamento del sistema fasciale, scheletrico, nervoso, cardiovascolare, endocrino, digestivo, di eliminazione, immunitario, respiratorio, digestivo e altro ancora.

YogAlign è...   

  1. una pratica yoga per l'allineamento ottimale indolore e sicuro del corpo nelle sue varie posizioni
  2. tecnica unica di respirazione quel tono il nucleo e allineare la postura dalla dentro e fuori
  3. auto-massaggio per stimolare il flusso di sangue, nutrire i tessuti e aumentare la consapevolezza cinestetica
  4. libertà fasciale della rete del tessuto connettivo - un elemento determinante della nostra postura del movimento
  5. flessibilità/forza del corpo utlizzando tecniche di equilibrio che contemporaneamente aumentano l'efficienza funzionale delle catene muscolari e  del ROM (range di movimento)
  6. tecnica neuromuscolare di re-patterning  che codifica un allineamento posturale anche a livello del sistema nervoso
  7. attiva la connessione dello psoas/diaframma favorendo un movimento centrato, migliorando la respirazione, il supporto per gli organo e la consapevolezza del proprio corpo
  8. attiva l'equilibrio emotivo globale e la capacità di meditare in movimento dirigendo la coscienza nel momento presente
  9. gentilezza, compassione e non-giudizio verso di sé e degli altri
  10. impeccabile per i pensieri, i discorsi e le azioni

Stampa Email

Il Pesticida Glifosate ritrovato anche nei Vaccini !! Per uno Stop immediato ai Pesticidi in quanto Incostituzionali.

di Giuseppe Altieri, Agroecologo

-------------------------------------------
Nell’articolo prodotto da Zen Honeycutt (http://www.ecowatch.com/glyphosate-vaccines-1999343362.html), una mamma fondatrice e direttrice dell’Associazione MOMS ACROSS AMERICA, che lotta per la salute dei bambini, elenca una serie di vaccini che sono contaminati da glifosate. Pesticida che viene assorbito dai maiali alimentati con OGM dai quali si ricava al gelatina per la coltura dei vaccini stessi. Un processo lungo di "Bioaccumulo" che dimostra ancora una volta che il glifosate (come la maggior parte dei 300 pesticidi chimici di sintesi che si possono usare sugli alimenti in Italia) non si degrada ma, oltre a trasformarsi anche nel suo metabolita AMPA, entra nel cibo, nelle catene alimentari... fino ai vaccini. Dopo averlo ritrovato nel cotone con cui si producono vestiti, assorbenti intimi e pannolini per i neonati.

Uno Stop ai Pesticidi in quanto Incostituzionali.

Cibus in Primis ed Ambiente salubre, nelle azioni prioritarie della Politica e dei Giudici dei Tribunali "Civili" italiani.
Laddove tutte le tecnologie Agroecologiche sono a disposizione da decenni e godono di enormi risorse Europee per l'innovazione, a la tutela della Madre Terra, Nutrice della Salute Ambientale dei propri figli. 
Risorse che non vengono utilizzate a dovere ed anzi, spesso, finiscono "distratte per lo scopo contrario".
I Pesticidi stanno massacrando la Salute del popolo italiano. Il loro uso massiccio, in continua crescita nel nostro paese e non solo,
 è pertanto anticostituzionale.

Stampa Email

Altri articoli...

Cosa dire di noi

Chi sono gli amici del Piccolo Principe è presto detto: “Oggi più che mai la nostra cultura ci porta continuamente a delegare le nostre scelte per quanto riguarda la nostra salute.......per questo evento c'è il medico. E così anche per la parte spirituale......c'è il prete, e la parte economica......c'è il commercialista e così via. Facciamo sempre più fatica a scegliere per la nostra vita o peggio ancora crediamo di scegliere quando invece non abbiamo sufficienti informazioni per poterlo fare.


AMICIDELPICCOLOPRINCIPE.COM

via Firenze, 33080 Porcia PN - Italia

+39 0422-85.02.03

+39 348-51.61.396

info@amicidelpiccoloprincipe.org


Prego, sentitevi liberi di contattarci!

Come trovarci?